Il Presepio Artistico di Segusino, edizione 2018
"Natale di Rinascita"

Là, dove un anno fa simbolicamente si ricordavano i combattimenti della guerra, oggi, cent'anni dopo, si celebra la pace attraverso la natività di Gesù. "Natale di Rinascita", titolo del Presepio Artistico di Segusino nel Natale del centenario della fine della Grande Guerra, attraverso un messaggio di pace vuole dedicare l'edizione 2018 a tutti quelle persone che cent'anni fa riuscirono a tornare a casa e a tutte le persone che purtroppo non riuscirono a tornare.
Molto si è parlato della Prima Guerra Mondiale durante questi ultimi anni di ricorrenze, ma forse ancora mai troppo se rapportato al dramma che fu il primo conflitto bellico mondiale, soprattutto per le popolazioni civili. Simbolo per il paese di Segusino è la figura di don Antonio Riva (vice parroco del paese e guida spirituale dei profughi durante l'invasione) deceduto poco dopo la fine della guerra causa gli stenti e i patimenti subiti, e del quale il 2 gennaio 2019 si celebrerà il centenario della morte.
"Natale di Rinascita" è un simbolo, un messaggio: il messaggio di Gesù che nasce e rinasce laddove c'è stato un dramma: il dramma della guerra (nel tema di quest'anno) ma anche ogni altro dramma piccolo o grande che sia, compreso il piccolo mondo della famiglia.

Il Presepio Artistico di Segusino, visitato ogni anno da 15-20000 persone, propone ad ogni edizione un tema diverso. E' un opera allestita su una superficie di 80-100 mq presso la ex-casa del cappellano di Segusino (TV) -viale Italia 270-. Tradizionalmente è ambientato nel paesaggio rurale veneto pedemontano anni 20-40 del 1900 e si contraddistingue per diversi aspetti artistici e scenografici. Tra questi si distinguono la particolare tecnica delle scene riflesse tramite gli specchi per aumentarne la profondità di visione e la prospettiva, inoltre spiccano la cura dei dettagli e di tutti i particolari in miniatura.
Un'altra novità dell'edizione 2018 è la riproduzione in scala di una scorcio di via Mezzaterra della cittadina di Feltre (BL) con l'entrata trionfale in città degli alpini dopo la liberazione.

Il Presepio Artistico di Segusino è allestito dall'Associazione Parrocchiale Amici del Presepio, trentennale team di persone (quest'anno ulteriormente arricchito di nuovi validi componenti) che si occupano della scelta del tema, dell'elaborazione delle scene e dell'allestimento dell'opera, partendo da uno studio che inizia sempre un anno prima e il lavoro di allestimento che impiega oltre 4 mesi di lavoro.

Il Presepio è inserito nella rassegna intitolata "Alla Scoperta dei Presepi e dei Borghi di Segusino" la quale propone ai visitatori un'ampia panoramica di altre opere e rappresentazioni attraverso vie e borgate di Segusino. Questa edizione sarà completata anche da una mostra allestita nei locali del "Centro Parrocchiale d.A.Riva", dal titolo "Movimenti nelle retrovie" gentilmente concessa dall'Associazione Bellunesi nel Mondo". Ci saranno inoltre anche quest'anno le Domeniche con visita guidata ai presepi nei borghi.

Il Presepio Artistico di Segusino fa parte de "L'Itinerario dei Presepi", una guida che illustra alcuni tra i migliori presepi del Veneto e del Friuli.

Il Presepio Artistico e "Alla Scoperta dei Presepi e dei Borghi di Segusino" apriranno la notte di Natale, per rimanere aperti fino a Domenica 3 febbraio 2019.

Tutte le info, il programma completo degli eventi, gli orari di apertura, ecc... si possono trovare al sito internet www.presepiosegusino.it o alla pagina Facebook: Presepio Segusino.

Amici del Presepio, Segusino (TV)